Storia in Bol

VillasCroatia.com

Luxury - Beach - Private - Family Villas

Rent Villa - from € 90 - per night

from only € 14 per person / night

Authentic Villas in Croatia



Bol alloggio



Bluesun Hotel Elaphusa Bol Bluesun Hotel Elaphusa
Molto buono 8.6 da 90 €


Bluesun Hotel Borak Bol Bluesun Hotel Borak
Molto buono 8,2 da 82 €


Bluesun Hotel Bonaca Bol Bluesun Hotel Bonaca
Molto buono 8.1 da 79 €





Storia di Bol - fin dai tempi preistorici


L'isola di Brac era stata abitata fin dal Neolitico per certo, mentre alcune ricerche dimostrano che la gente aveva vissuto durante il Mesolitico.

I primi abitanti erano gli Illiri. Nel 9° secolo, i croati dalla foce del fiume Neretva emigrarono e si stabilirono in questo settore.

Come una località, Bol è stato menzionato per la prima volta nei registri della chiesa nel 12° secolo. La prima menzione di Bol come insediamento risale al 1475, quando il principe Zacharia aveva donato penisola Glavica ai domenicani e quest’atto è stato registrato l'atto di donazione.

Nel corso dei secoli di storia turbolenta, Bol e Brac hanno avuto molti governanti diversi. A causa della posizione strategica nel mare Adriatico, Brac è stato un obiettivo al numero degli invasori, tra cui i Bizantini, Veneziani, ungheresi e persino i pirati di Omis.

Gli abitanti dell'isola erano per lo più impegnati in agricoltura - pesca, coltivazione delle olive e la produzione di vino, ma erano anche famosi per la costruzione navale. Nel 17° secolo, Bol aveva quindici navi brevettate, costruite nel suo proprio cantiere navale. Grazie a questo, nel 18° secolo, Bol è diventato la terza forza navale di sponda croata dell'Adriatico, subito dopo Boka e Lussino.

Dopo la caduta di Napoleone e il ritiro francese, da questa zona nel 1814, gli Austriaci presero il sopravvento. Hanno diviso l'isola in sette distretti, con il quartiere Bol tra di loro.





Attrazioni storiche - Cosa vedere a Bol


Convento dei Domenicani - il monastero è stato costruito sulla penisola Glavica nel 15° secolo. Il museo del monastero contiene tesori di valore, compresa la raccolta di display preistorici, la raccolta numismatica, paramenti antichi di massa, così come preziosi incunaboli e altri libri antichi.

Grotta del Drago - la grotta conserva opere d'arte, disegni preistorici scavati nella roccia. La maggior parte di quei disegni presentano figure tratte dalla mitologia pagana, tra cui la figura dominante del drago.

La chiesa in miniatura che si trova nella grotta è stata utilizzata come un habitat e un tempio per i sacerdoti glagolitici nel 15° secolo. Un prezioso monumento della cultura croata sono gli incunaboli glagolitici stampati nel 1483, che sono stati trovati in questa grotta.